17
lug

Come analizzare una schermata blu di Windows con WhoCrashed

Di Koichi, in Windows

schermata_blu

Le macchine basate su Windows sono spesso oggetto di “scherzi” che rendono difficile la vita dei suoi utenti, e una gran parte della cattiva fama che si è procurata questo O.S. è dovuta ai criptici messaggi d’errore che spesso rivelano scarse informazioni anche ai veterani di questo sistema operativo.

Tra questi tipi di errori le schermate blu sono i peggiori, e spesso sono causati da driver di periferiche mal scritti, estensioni del kernel o difetti della RAM (Random Access Memory). Non è possibile riprendere il normale ambiente software, dopo queste schermate blu, senza un reset. Di solito la schermata chiede all’utente di riavviare il computer dopo aver visualizzato il codice d’errore e richiede all’utente di avviare la sequenza di riavvio.

Molti di voi probabilmente hanno incontrato questo tipo di errore e sanno che tutte le modifiche ai file che non sono state salvate al momento del crash verranno perse o addirittura gli stessi file sono stati danneggiati. Personalmente ritengo che questo sia uno dei peggiori difetti di Windows. Ho perso molto lavoro a causa di questo tipo di problemi che sembrano continuare in Windows 7, anche se la frequenza sembra essersi notevolmente ridotta.

whocrashed

WhoCrashed è un’applicazione sviluppata da Resplendence Software Projects, progettata per demistificare i codici d’errore che si presentano durante i crash. Trovare quello che può aver causato il problema è il primo passo per eliminarlo e creare un ambiente più stabile. La memoria RAM, così come i driver difettosi possono essere sostituiti.

Con l’aiuto di WhoCrashed, un codice di errore del tipo “0×0BJS00341110B12? può essere ricondotto ad un modulo del kernel come “nvlddmkm.sys”. In questo caso, come il prefisso ‘NV’ suggerisce, un driver Miniport nVidia ha causato il crash.

A differenza di molte altre applicazioni di oggi, WhoCrashed si presenta con solo due pulsanti e una semplice interfaccia testuale. Il motto ’semplice è sempre meglio’ è assolutamente valido in questo caso. Tutto quello che dovete fare è premere il pulsante ‘Analyze’ e scorrere il testo fino alla data del crash del computer che si vuole controllare. La maggior parte delle volte WhoCrashed riesce ad individuare il modulo che ha causato il problema per permettervi di risolverlo.

Quando un driver ha causato il crash, che succede il 99% delle volte, un modo semplice e facile per risolvere il problema è quello di individuare e scaricare l’ultima versione dal sito web del produttore. Quando un componente di Windows spesso causa un crash, il problema probabilmente viene risolto con avviando Windows Update.

Il surriscaldamento può anche essere responsabile di errori nel processare o trasferire dei dati. Se il PC va in crash durante l’esecuzione di giochi 3D,o mentre fate foto e video editing, controllate il sistema di ventilazione e tornate ai parametri precedenti se avete eseguito un’overclocking in uno dei parametri del sistema. Il surriscaldamento può danneggiare permanentemente l’hardware, quindi si raccomanda di risolvere il problema il più velocemente possibile.

Premendo e tenendo premuto il tasto F8 mentre si avvia il sistema, si apre una schermata con varie opzioni di ripristino del sistema compresi la modalità sicura che carica solo i driver e moduli di base, e uno strumento di verifica della RAM.

Si può scaricare gratuitamente WhoCrashed. L’installazione è realizzata tramite un wizard guidato molto semplice. E’ disponible anche una versione Pro per 35 $. La licenza Pro elimina la restrizione che limita l’utilizzo del programma ad un uso non commerciale e fornisce maggiori dettagli circa il crash.

Download


Condividi:
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • diggita
  • ghenghe
  • oknotizie
  • tuttoblog
  • Technorati

Random Posts

1 Trackback(s)

  1. lug 19, 2009: Come analizzare una schermata blu di Windows con WhoCrashed

Inserisci un Commento