19
nov

Controllare le connessioni del computer con MyPorts

Di Koichi, in Internet

myports

Le porte di un computer lo collegano al mondo esterno, sia in una rete o in internet. Le porte aperte sono necessarie per molte cose, come la connessione a siti web, scaricare file, chattare o caricare foto. La maggior parte delle porte sono aperte solo quando sono necessarie ad un programma. Possono sorgere problemi se le porte sono sempre aperte, in quanto queste possono essere utilizzate da utenti malintenzionati o da script automatici per attaccare il sistema. E’ buona regola controllare regolarmente le porte aperte per una miglior sicurezza del computer.

MyPorts è un programma gratuito che esegue un controllo delle porte aperte sul PC. Il programma dopo l’avvio visualizza un elenco di tutte le porte aperte. Utilizza una tabella per visualizzare le varie informazioni su ogni porta aperta nel sistema compreso lo stato, l’indirizzo IP locale e remoto, le porte locali e remote, il nome del processo che è in ascolto o che utilizza la connessione e il percorso del programma che usa quel processo.



La maggior parte delle connessioni aperte possono essere facilmente associate a uno specifico programma conosciuto, come Firefox o Skype. Anche alcuni servizi di Windows hanno delle porte in ascolto o altri servizi che sono in esecuzione nel sistema. Questi di solito richiedono alcune indagini da parte degli utenti per scoprire se sono necessarie per far funzionare il sistema. Una ricerca su internet di solito può trovare siti internet che contengono informazioni e consigli su queste connessioni, per verificare che siano necessarie o superflue o addirittura nocive.

MyPort è compatibile con la maggior parte dei sistemi operativi Microsoft tra cui Windows XP, Windows Vista e Windows 7.

Scarica Myports.


Hai problemi con questo argomento o programma trattato nel post? Lascia il tuo commento e sarò felice di aiutarti.

Ti è piaciuto questo post? Abbonati ai Feed RSS per rimanere sempre aggiornato. Non sai cosa sono i Feed RSS? Scoprilo su Wikipedia.


Tags: .
Condividi:
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • oknotizie
  • tuttoblog
  • Technorati
  • Segnalo
  • Twitter
  • ziczac
  • Live
  • MySpace
  • Wikio IT
  • Diggita

Leggi anche...


Inserisci un commento